Home   La Storia Gli amici del collegio FotoGallerie Le attività Eventi Notizie flash Link

           Contatti

  Convegno 2019 a Cuneo                 

- Video della Conferenza  "Gesuiti in Cina tra '600 e '700"

- Raccolta delle foto  Playlist YouTube dei vari momenti delle tre giornate dell'incontro

Indirizzi dei singoli video :

- Conferenza di p.FedericoLombardi e Giorgio Demaria

- Incontro degli ex alunni al S.Tomaso e all'Osteria della Badessa

- Visita alla Scuola di Pace di Boves

- Visita al Santuario della Madonna dei Boschi di Boves

- Visita al Castello della Manta - parte 1

- Visita al Castello della Manta - parte 2

- Visita alla Castiglia di Saluzzo

- Visita alla Città di Saluzzo-Duomo, palazzo del Comune, S.Giovanni, Casa Cavassa

05 Ottobre 2019   Relazione sull'incontro a Cuneo    da Stefano Bergesio 335.6875934

Cari amici, 

mi accingo, come tutti gli anni, a relazionare sulla tre giorni che abbiamo passato insieme nello scorso fine settimana e comincerò con il ringraziare di cuore tutti quelli che hanno partecipato all’incontro, qualcuno solo al sabato, alla conferenza di p. Federico Lombardi e alla cena, qualcuno la domenica, per il raduno ufficiale con la messa e il pranzo insieme, molti a tutte e due le giornate e qualcuno anche il lunedì, con l’affascinante viaggio nel saluzzese. Grazie in particolare agli amici sardi, Ignazio Pinna con Rita, arrivati quest’anno via mare e poi in auto, Palmerio Piras, ospitato in “cascina Tallone” a Passatore, e Giovanni Serra che è riuscito finalmente a riabbracciare, dopo più di cinquant’anni, il suo compagno di formazione p. Federico Lombardi. E Gesuino e Maria, arrivati in treno da Monopoli, Giancarlo Parodi da Roma, Camillo Chamonin dalla val d’Aosta e, per la prima volta, Carlo Calosso da Villarbasse (originario, però, dell’astigiano), con il fratello Giovanni che aveva aperto la strada lo scorso anno. E poi i padri Teresio Gianuzzi e Piero Granzino dal Sociale, e tutti gli amici torinesi e cuneesi con i quali i rapporti sono più frequenti e tutte le occasioni sono buone per trovarsi a pranzo o a cena: quest’anno, come sapete, abbiamo avuto un’occasione più buona delle altre, con l’incontro con p. Gabriele Navone rientrato dal Madagascar (e già ripartito, purtroppo) che si è svolto a inizio agosto a Chieri a casa di Renato Tosco. Mi pare che l’aspetto più interessante di questo movimento di recupero della memoria e dell’amicizia, avviato qualche anno fa, sia proprio l’aver rimesso in contatto persone che si erano perse di vista ricreando relazioni che ora funzionano a vari livelli e in contesti diversi, anche e soprattutto al di fuori della rimpatriata annuale.

Ma torniamo a quest’ultima, che spero abbia soddisfatto tutti i presenti e li abbia invogliati a tornare anche il prossimo anno e, magari, a partecipare all’incontro che gli amici sardi organizzano a Cagliari tutti gli anni a giugno, di cui Gian Piero ci darà il programma al più presto. La conferenza di p. Federico Lombardi e del prof. Demaria sui gesuiti in Cina tra ‘600 e ‘700, svoltasi nel salone d’onore del municipio di Cuneo sabato pomeriggio, ha avuto un ottimo successo di pubblico e creato anche un po’ di dibattito. Ma il momento più coinvolgente della giornata è stata la cena che una trentina di noi hanno condiviso con alcuni padri della residenza cuneese, felicissimi di ritrovare per una sera al San Tomaso una comunità così numerosa come ai vecchi tempi. In questo contesto abbiamo avuto da p. Lombardi (che è diventato socio ad honorem della neonata associazione Alunni San Tomaso, insieme ai padri Gianuzzi, Granzino, Michele Turco e Cesare Giraudo) la promessa che il prossimo anno sarà di nuovo con noi per sviluppare qualche altro interessante tema sui rapporti fra chiesa e mondo.

Non abbiamo potuto trattenere p. Federico per la messa di domenica perché è ripartito molto presto per raggiungere i parenti a Torino. La messa è stata invece presieduta da p. Granzino e concelebrata dai padri Gianuzzi, Giraudo, Turco, Bozzo Costa e Gamba, in una chiesa purtroppo tutta per noi perché la messa domenicale delle 11 al San Tomaso non è più nell’orario ufficiale delle celebrazioni cuneesi. Durante il pranzo all’”Osteria dalla Badessa” di Peveragno abbiamo presentato ufficialmente l’associazione e raccolto molte adesioni, completando il lavoro iniziato la sera prima con chi non si sarebbe fermato la domenica. Non sto a ribadire gli scopi dell’associazione Alunni San Tomaso Cuneo, che abbiamo creato quest’anno con un po’ di presunzione, quasi una sfida all’avanzare inesorabile dell’età: lo statuto lo potete leggere sul nostro sito o chiedermene l’invio. La serata di domenica si è conclusa a Boves, città martire della Resistenza, due volte semidistrutta da rappresaglie tedesche, che ha reagito creando una “Scuola di Pace” molto attiva di cui abbiamo visitato la sede ricca di documentazione e di ricordi. E poi Sergio Marro, bovesano come le “giovani” new entry Guido Fagiolo e Bruno Ambrosoli, ci ha portati al santuario della Madonna dei Boschi dove abbiamo ammirato un ciclo di affreschi di fine ‘500 con un Giudizio Universale che imita quello della Cappella Sistina di Michelangelo.

E per restare in tema di arte e cultura, lunedì abbiamo concluso la tre giorni con l’escursione nel saluzzese, approfittando di una giornata splendida e di due guide veramente competenti: al mattino, al castello della Manta, una funzionaria del Fai (Fondo Ambiente Italiano, che è proprietario del maniero) e al pomeriggio, nella visita di Saluzzo, Tania, figlia del nostro compagno Luigi Chiamba, accompagnata dalla mamma Loretta. Non vi racconto le bellissime pitture (in gotico internazionale, ci ha spiegato la guida) di Manta, né il castello, le chiese, i chiostri, le stradine acciottolate del centro di Saluzzo…il prossimo anno venite anche voi: probabilmente andremo a visitare il Filatoio Rosso di Caraglio, esempio settecentesco di primissima architettura industriale, con i torcitoi della seta ancora in funzione, e poi, magari, se la giornata lo permetterà, potremo fare una puntatina al santuario di Castelmagno in valle Grana dove un anno (credo nell’estate del ’60) abbiamo trascorso le vacanze perché la casa di San Giacomo era in ristrutturazione. Ma sto correndo troppo, e poi adesso c’è un consiglio di amministrazione che deve decidere queste cose. A questo proposito ci riuniremo (consiglio di amministrazione aperto a tutti quelli che potranno partecipare) martedì 15 ottobre alle 20,30 a Boves, presso lo studio di Sergio Marro per riepilogare i conti e pensare al futuro. Valuteremo anche se sia possibile, dalle somme incassate oltre alle quote associative, con la proposta dei libri e con due offerte consistenti, destinare subito qualche soldo a p. Elio Sciuchetti e agli altri missionari in Madagascar, o se sia meglio aspettare Natale, quando tutti saremo più buoni e disponibili ad aiutare chi sta peggio.

Per chi volesse tenersi in contatto costante con il gruppo, consiglio infine di chiedere a Gian Piero Liori (347.0816775) di cooptarlo nel gruppo whatsapp “Gesuiti e dintorni”.

Un abbraccio e arrivederci presto.

Castello di Manta

Conferenza "Gesuiti in Cina fra '600 e '700" : Stefano Bergesio, P.Federico Lombardi, prof.Beppe Ghisolfi, prof.Giorgio Demaria

 

Vedere anche : Rassegna stampa

Seguiranno raccolte di foto e di video delle giornate a Cuneo

 

23 Settembre 2019   Programma per il tour a Manta-Saluzzo di Lunedì 30 Settembre

                                                          

 INCONTRO ALUNNI SAN TOMASO – CUNEO   28,29,30 SETTEMBRE 2019

 PROGRAMMA di LUNEDI’ 30 – TOUR  NEL SALUZZESE

 

09.30  -  Castello di Manta

 

12.00  -  Comune di Saluzzo (con Sacrestia della Chiesa di Sant’Ignazio)

 

13.15  -  Pranzo al ristorante Rododendro (piazza Cavour -  Saluzzo)

 

15.00  -  Cattedrale di Saluzzo

 

15.30  -  Salita al Castello per porta Santa Maria, “Porti Scur” e Piazzetta dei Mondagli

 

16.15  -  Visita del Castello (la Castiglia): percorso di ronda, museo della civiltà   

              cavalleresca e museo della memoria carceraria.                  

 

17.30  -  Chiesa e chiostro di San Giovanni.

 

18.00  -  Rientro verso corso Italia (statua di Silvio Pellico) passando da casa Cavassa.

_______________________________________________________________________________________

Associazione "Alunni San Tomaso - Cuneo"

Sede Principale: Piazza Garibaldi 25/A (presso Studio Marro) Boves - c.f. 96098420043

Sede in Sardegna: Via Asproni 24 (presso RP Sardegna) - Cagliari

Info: 335.6875934 (Stefano Bergesio) - 347.0816775 (Gian Piero Liori) - 340.5581915 (Sergio Marro)   

         347.8986905 (Gabriele Somà) - 347.1796740 (Giancarlo Tallone)

 

7 Settembre 2019     Invito per l'incontro a Cuneo del 28,29 e 30 Settembre    da Stefano Bergesio

Cari amici,  

mancano tre settimane al week end del nostro annuale incontro a Cuneo, sabato 28, domenica 29 e anche (per chi può e per chi viene da lontano) lunedì 30 settembre. Ne abbiamo parlato giovedì sera con gli amici cuneesi (con il sottoscritto c’erano Giancarlo Tallone, Sergio Marro, Guido Fagiolo e Bruno Ambrosoli) nel nostro solito caffè Sillano di corso Nizza. Insieme abbiamo esaminato e approvato la traccia del programma.

Sabato 28 proporremo di nuovo ai cittadini cuneesi, finalmente come associazione formalmente costituita “Alunni San Tomaso”, una conferenza su Matteo Ricci, uno dei gesuiti più conosciuti nella storia, che alla fine del ‘500 portò in Cina il messaggio cristiano cercando di adattarlo a una cultura completamente diversa da quella in cui il cristianesimo si era sviluppato. Sarà una conferenza a due voci perché, accanto a p. Federico Lombardi che parlerà di Ricci, ci sarà Giorgio Demaria, già insegnante di filosofia al liceo Peano di Cuneo, che parlerà di quattro gesuiti cuneesi alla corte dell’imperatore cinese esattamente un secolo dopo Matteo Ricci: tra essi Filippo Grimaldi, amico e corrispondente del filosofo Leibniz. L’appuntamento è per le 16, come lo scorso anno nel salone d’onore del municipio di Cuneo, in via Roma 28. Dopo la conferenza p. Federico si fermerà con noi per la cena che stavolta abbiamo pensato di organizzare con un catering al San Tomaso, per coinvolgere la comunità dei padri che vi risiedono.

Il programma della domenica prevede, come sempre, la messa nella chiesa del San Tomaso alle 11 e poi il pranzo presso l’Osteria “dalla Badessa” in frazione Montefallonio di Peveragno. Sarà la prima assemblea della nuova associazione, ne illustreremo brevemente lo statuto e raccoglieremo le eventuali iscrizioni. Ovviamente l’iscrizione all’associazione non è obbligatoria per continuare a far parte di un gruppo che è basato soprattutto su una vecchia amicizia ritrovata: l’abbiamo costituita esclusivamente per poter avere una struttura con cui operare, sia nell’aiuto ai nostri compagni gesuiti in Madagascar, sia con possibili proposte culturali e sociali nel contesto in cui viviamo. Dopo il pranzo, se la giornata fosse bella, si potrebbe andare a visitare la certosa di Pesio o la cittadina di Boves, tutte e due a pochi chilometri dal ristorante.

Per chi si fermerà anche il lunedì, e per chi si potrà concedere un giorno in più di vacanza, proponiamo un tour nel saluzzese, con visita al castello di Manta nella mattinata e a Saluzzo nel pomeriggio. Il castello della Manta presenta uno dei più bei cicli di pittura tardogotica profana, ispirata ai temi dei romanzi cavallereschi, con le due serie di dodici eroi ed eroine dell’antichità intorno alla fontana della giovinezza. Gli stessi temi ritroveremo nel museo della civiltà cavalleresca allestito nella Castiglia, l’antica residenza dei marchesi di Saluzzo, con l’illustrazione della storia di Griselda resa famosa nel mondo da una novella del Boccaccio. Nella Castiglia visiteremo poi il museo della memoria carceraria, dal momento che il vecchio castello è stato carcere dal 1825 al 1992, intitolato poi al socialista Rodolfo Morandi che vi ha “soggiornato” in epoca fascista. A Saluzzo vedremo anche il palazzo del Comune, ex collegio dei gesuiti, con la sacrestia della chiesa di Sant’Ignazio dove l’artista colombiano Santiago Reyes Villaveces ha allestito un’arpa gigantesca, opera con la quale ha vinto il premio Matteo Olivero 2019. E poi la chiesa gotica di San Giovanni con il chiostro, la cattedrale e molti altri angoli caratteristici della capitale del marchesato, che è anche la città natale di Silvio Pellico.

Ricordo che domani, domenica 8 settembre, p. Gabriele Navone celebrerà i suoi 50 anni di messa nel paese natale di Cambiano e poi ripartirà per il Madagascar venerdì 13 settembre. Nel prossimo incontro dovremo mettere all’ordine del giorno anche la proposta di Ignazio Pinna e di Gianfranco Ricci di organizzare un viaggio collettivo proprio nell’isola rossa per ritrovare p. Gabriele, p. Elio, p. Tonino, p. Anselmo e p. Gianfranco Bergero nei loro luoghi di lavoro.

Vi pregherei di segnalare al più presto a questo indirizzo mail, o al mio cellulare (335.6875934) o a Giancarlo Tallone (347.1796740) la vostra partecipazione, soprattutto per la prenotazione della cena di sabato sera al San Tomaso, del pranzo della domenica e dell’escursione di lunedì a Saluzzo.

Un abbraccio e arrivederci in tanti a fine mese.

 
 
        Home La Storia Gli amici del collegio FotoGallerie Le attività Eventi Notizie flash Link Contatti