Home   La Storia Gli amici del collegio Foto Gallerie Le attività Eventi Notizie flash Link

           Contatti

  Notizie Flash 2020                      Archivio Annate
01 Settembre 2020   Lettera da Stefano Bergesio

Cari amici,

credo sia doverosa e urgente da parte del “comitato” cuneese una comunicazione sul solito, attesissimo, appuntamento di fine settembre, che quest’anno avevamo fissato per domenica 27.

Ci siamo consultati, abbiamo fatto qualche ragionamento e siamo arrivati alla conclusione che fosse opportuno sospenderlo per la difficoltà di prevedere l’evolversi della pandemia che ci ha colpiti questa primavera e i timori ancora diffusi a essa connessi.

Non credo che questa sospensione possa danneggiare la solidità del nostro gruppo, spero non farà che aumentare il desiderio di rivederci con maggior sicurezza l’anno prossimo.

Gli amici sardi, con Gian Piero Liori in testa, potrebbero però farci una sorpresa organizzando loro un “concilio”a metà novembre: in questo caso credo che anche dal continente ci daremo da fare per partecipare, garantendo così una continuità ai nostri incontri annuali.

Come molti di voi sapranno, queste sono notizie che filtrano dal gruppo whatsapp “gesuiti e dintorni”, molto vivace e a tratti ricco di spunti di riflessione in tutti i campi.

E’ anche per la presenza (per colpa…) di questo nuovo canale di comunicazione, più agile e coinvolgente, che dallo scorso dicembre non mi sono più fatto vivo con le letteracce spedite via e-mail.

Il problema è che al gruppo “gesuiti e dintorni” sono iscritti poco meno della metà (un centinaio) degli oltre duecento e venti ex alunni del San Tomaso con cui siamo in contatto ed è un peccato che gli altri restino ai margini.

Nonostante sia un diffidente cronico delle nuove tecnologie e mi muova con un certo impaccio su questi strumenti, vorrei però esortare tutti gli amici in possesso di uno smartphone a scaricare l’applicazione whatsapp (figli e nipoti sono lì proprio per questo) e ad aderire a “gesuiti e dintorni”, telefonando a Gian Piero Liori (347.0816775) o al sottoscritto (335.6875934) amministratori del gruppo.

L’altro strumento sempre valido di collegamento resta il sito creato qualche anno fa da Pier Mario Cotella, che trovate all’indirizzo www.exalunnisantomasocuneo.org, dove c’è una ricca galleria di foto storiche, un vero archivio dei nostri anni al San Tomaso, oltre alle scansioni di tutti i numeri di Ragazzi Così e ai  link per rivedere gli incontri annuali a Cuneo e a Cagliari, sempre curati con professionalità da Pier Mario.

E poi c’è il vecchio caro telefono, col quale ci si può rintracciare in qualsiasi momento e riprendere un contatto riannodato, magari dopo cinquant’anni, in uno degli incontri passati.

Il bello di questi incontri è proprio questo, che riusciamo tutte le volte a scovare qualcuno che avevamo perso di vista. Come sempre sono a disposizione per fornire numeri di telefono e indirizzi mail a chi volesse mettersi in contatto con gli amici.

 

Approfitto per comunicare che p. Tonino Taliano, che era rientrato dal Madagascar a metà febbraio, giusto in tempo per godersi tutto il periodo della chiusura forzata a Gallarate, ha ricevuto “l’obbedienza” per andare ad esercitare il suo ministero a Reggio Calabria: una bella prova di obbedienza davvero!

Resterà però a Cuneo per tutto il mese di settembre, ad aiutare i confratelli della residenza del San Tomaso: se qualcuno volesse venirlo a trovare o anche solo salutarlo telefonicamente lo trova al n. 320.4408436.

Domenica ho sentito p. Gianfranco Bergero, in Italia dai primi di gennaio ma anche lui penalizzato nei suoi movimenti e nei progetti di ripartenza dalla pandemia. Dovrebbe rientrare in Madagascar e mi ha chiesto di salutare tutti quelli che lo conoscono.

E ad Antananarivo c’è sempre p. Elio Sciuchetti, che è il nostro riferimento in Madagascar per i pochi aiuti che riusciamo a inviare annualmente.

Mi ha confermato in questi giorni via mail che anche da loro il virus colpisce duro un’economia decisamente più fragile di quelle europee, gli ho raccomandato di riguardarsi e, tra le altre cose, mi ha detto che ci segue sempre sul gruppo “gesuiti e dintorni”.

Per fine anno organizzeremo di nuovo una raccolta di fondi che Elio utilizzerà, come sempre, per permettere a tutti gli alunni di frequentare le scuole che ha costruito nella capitale malgascia: le rette sono basse, a differenza di quelle delle scuole statali, ma per molte famiglie rappresentano ancora un ostacolo insormontabile che andrebbe a compromettere la formazione dei ragazzi.

In Madagascar, come sapete, c’è poi il grande Gabriele Navone, che abbiamo visto l’estate scorsa a Chieri a casa di Renato Tosco, insieme a p. Anselmo Muratore, e a p. Giustino Bethaz, che l’anno scorso ha compiuto novant’anni.

 

Vedete che gli strumenti per restare in contatto o per riprendere qualche antica amicizia ci sono, nonostante le difficoltà del momento.

Mi sembra molto vero quello che qualche giorno fa uno di noi ha scritto sul suo stato di whatsapp (cito a memoria, e non ricordo né chi l’abbia postata, né di chi sia la massima): se hai un libro e un amico hai tutto nella vita, e qui di amici ne abbiamo tanti, e penso che abbiamo anche tanti libri.

Un abbraccio e un arrivederci appena possibile.

Stefano Bergesio

335.6875934  

 
 
        Home La Storia Gli amici del collegio Foto Gallerie Le attività Eventi Notizie flash Link Contatti